B. D. nr. 8844

(22. 08. 1964)

 

Sulle questioni razziali – Sulla dottrina della reincarnazione

La reincarnazione è data solo ad uno spirito di Luce per una missione

Gli uomini di razze indigene possono crescere nell’aldilà, oppure essere nuovamente relegati

 

Non è facile rispondere a queste domande, perché voi considerate tutto, secondo il punto di vista che vi sia uno sviluppo in alto solo nella vita terrena. Ve lo dirò continuamente: questa vita terrena, …è l’unica via per pervenire alla figliolanza di Dio, cosicché voi, con la buona volontà, potete anche raggiungerla! Nondimeno, ciò è possibile solo per la minor parte degli uomini, soprattutto nel tempo della fine, quando l’amore si sarà completamente raffreddato. Non pensiate dunque che lo sviluppo prosegua nel Regno dell’aldilà! Io ho molte scuole dove può essere continuato – di nuovo, e con buona volontà – ciò che è perduto sulla Terra! E se quella meta – la figliolanza di Dio – non potrà più essere raggiunta, e di nuovo l’essere sprofondasse nell’abisso, là il Mio Amore misericordioso – che la vostra (preghiera di) intercessione richiede – …verrà in aiuto agli esseri!

Voi dovete calcolare sempre tempi eterni, …non appena una salvezza tramite Gesù Cristo non ha potuto aver luogo! Davanti a Me, tuttavia, …mille anni sono come un giorno; e se ora voi sollevate la questione, se è offerta una possibilità di compensazione per quelli che la Mia Volontà ha incarnato come negri, allora Io vi contrappongo la domanda: “Sapete voi, se un uomo bianco non abusi della sua incarnazione, per azioni contrarie a Dio?”. A cosa gli serve se, nella conoscenza, egli sta molto al di sopra del primo, ma vive la sua vita completamente senza fede e senza amore!? – Mentre il primo può invece essere d’animo buono, e perciò stare molto al di sopra dell’altro.

È l’assenza di fede, il massimo male che può essere affibbiato ad un uomo; infatti, egli si trova ancora nel grave vincolo, di colui che lo tira giù; e tali persone non possono salvarsi in un (solo) periodo terreno! Tuttavia, non ritorneranno di nuovo sulla Terra come esseri umani, ma la loro relegazione avverrà nella materia, come anche di coloro che si trovano nell’aldilà sprofondati nell’abisso, e per i quali l’Opera di redenzione non ha avuto successo. Dunque, …un periodo di salvezza non è perciò sufficiente, così come (avviene) anche per le cosiddette razze indigene di uomini che vivono la loro prima incarnazione su questa Terra, che altrettanto – se nell’aldilà non aspirano al loro ulteriore sviluppo – sprofondano, e saranno ancora nuovamente relegati.

Questa relegazione ha quindi luogo, sempre, con il dissolvimento della Terra, …allo scopo del ripristino dell’Ordine divino! Ma questa non è una reincarnazione come voi uomini ve la immaginate, in modo che un tale vostro arbitrario desiderio, …vi sia esaudito! Voi v’immaginate ogni cosa in modo limitato, sia a riguardo del tempo, …sia al luogo dove sarete trasferiti, e non tenete conto del concetto di ‘eternità’, che appunto, …per voi uomini è gravoso, e ve lo troverete davanti, …quando si evidenzierà l’opera di trasformazione della Terra! Allora tutti gli uomini dovranno iniziare nuovamente il percorso evolutivo dall’inizio (relegazione1); ma non così come lo desiderano, cioè, ritornare di nuovo sulla Terra allo scopo del perfezionamento.

Un divenire perfetto su questa Terra è possibile, …ma richiede tutta la vostra volontà e tutto il vostro impegno; però, dal momento che a questo non si tenderà più, gli uomini stessi ve ne daranno la spiegazione: infatti, essi sono senza amore e totalmente privi di ogni fede! Dove invece, …Gesù Cristo sarà invocato seriamente nello Spirito e nella Verità, dove Egli sarà ancora riconosciuto e accettato come Redentore, là vi sarà anche l’amore, e ciò garantirà anche, che «l’uomo diventi perfetto com’è perfetto il Padre suo nel Cielo».

A un’anima trapassata immatura nell’aldilà, si congiungono sempre innumerevoli aiutanti, …che guidano sicuramente in alto!, Se invece essa è contraria, allora sprofonda nell’abisso, ma anche là può ancora trovare salvezza; e se tutti gli sforzi del Mondo di luce fossero inutili, allora, alla fine, …sarà nuovamente relegata!

Se ora sapete quanto sia decisivo il grado d’amore, per il grado di conoscenza che l’anima deve avere nel dare un taglio a questo mondo, allora comprenderete pure, che tutte le direzioni spirituali che aspirano allo sviluppo nell’amore, hanno inoltre per risultato - prima o dopo la loro dipartita – il riconoscimento di Gesù Cristo; e saranno ancora questi a trovare anche la salvezza, …non appena Lo riconoscono! Quindi non sarebbe neanche necessario incarnarsi di nuovo sulla Terra, per trovare dunque, così, la fede in Lui. Tuttavia, occorre ricordare che anche queste direzioni spirituali, ancor prima, hanno conoscenza del divin Redentore, e che dipende da loro stessi – se chiedono aiuto a Me – …di lasciare che giunga loro la giusta chiarificazione!

Poiché questa richiesta è giustificata da Me, che si chieda a Me stesso la spiegazione su tali problemi, …che Io solo sono in grado di risolvere, cosicché Io istruisca anche quelli che hanno la seria volontà di conoscere, oltre a ciò, la Verità! E non appena essi non tralasceranno (di fare) ciò, saranno anche candidati per la figliolanza di Dio; infatti, essi diffonderanno – dove anche potranno – la loro conoscenza!

La necessità di una reincarnazione su questa Terra, non è quindi determinata in nessun caso! Invece, una ripetuta incarnazione sarà richiesta da parte del Mondo della luce, per amore di una missione che solo uno spirito di luce può compiere su questa Terra, che poi, però, può anche procurare all’essere, la figliolanza di Dio; ma esso stesso non ne ha conoscenza, e presagisce questa, …solo attraverso la missione che gli era stata data!    Amen!

 

______________

1 Relegata/relegazione: cioè ri-scomposta in particelle spirituali elementari, e confinate (incarcerate) nella nuova materia dopo il grande Giudizio. (vedi il fascicolo n. 44 “"La nuova relegazione)

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente