B. D. nr. 8880

( 8. 11. 1964 )

 

Il rifiuto della forza d’Amore fu il vero peccato

 

Quando vi si parlerà dall’Alto, allora questo sarà un segno del Mio Amore senza fine, compassionevole, per voi, …che vuole venire in vostro aiuto, e che ha riguardo sempre e continuamente per voi, poiché siete pure voi Parte di Me, sebbene nella libera volontà abbiate seguito il Mio avversario nell’abisso. Ma il vostro essere-Ur1 è Amore, ed Io, piuttosto, non riposerò, finché voi non vi muterete di nuovo nel vostro essere-Ur. E se vi parlerò dall’Alto, riconoscerete anche nella Mia espressione diretta, che può essere all’Opera solo una Forza buona, poiché Io Mi sforzerò sempre di educarvi nell’amore, e indicarvi Gesù Cristo e la Sua Opera redentrice, e solo allora percorrerete la retta via, che ha per conseguenza una trasformazione già su questa Terra.

Perciò, non dovete dubitare dell’esito …di ciò che vi giunge dall’Alto; il suo contenuto non può essere altro che buono, e quindi, … libero da errore! Infatti, ve lo insegna la stessa eterna verità, e voi potete pienamente affidarvi ad essa, perché non vi offrirà nessun insegnamento errato! Negli ultimi tempi, poi, questa garanzia è assai necessaria, poiché si vuole far precipitare nel dubbio persino i Miei portatori di Luce, circa la veridicità dei loro messaggi. Nondimeno, vi basti sapere che Io stesso proteggo dall’errore i Miei portatori di Luce, infatti: chi può fornirvi garanzia per la pura verità, se non Io stesso, che conosco di ognuno la volontà e il desiderio per la verità?

E continuamente vi dico: l’agire dell’avversario è rivolto in particolare a voi, …che volete diffondere la Luce, infatti, lui vuole impedirlo e, per questo, usa tutti i mezzi per immettere del dubbio nei cuori degli uomini …riguardo alla veridicità di queste ricezioni; ma anche il Mio Agire sarà sempre più chiaramente riconoscibile. Io illuminerò sempre chiaramente l’errore in cui egli vi ha già spinto, perché la sua meta è: …di tenere la verità lontano da voi! Ma non gli riuscirà, con quelli che desiderano seriamente la verità. E così, ognuno dovrà esaminarsi seriamente: se …ancor prima, desidera la pura Verità, allora non potrà più essere ingannato, egli stesso la riconoscerà e si libererà dall’errore.

Il momento della Creazione fu per Me – come anche per il Mio portatore di Luce – un Atto d’incomparabile beatitudine, perché i prodotti della sua volontà e della Mia forza d’Amore erano stati progettati così magnificamente, da rendere entrambi indicibilmente felici, e l’amore del portatore di Luce per Me, divampava sempre più chiaramente. Infatti, in‘loro’ era disponibile …la Mia stessa Forza creativa, di cui essi potevano rallegrarsi, per essere ugualmente attivi nel creare delle Creazioni spirituali, grazie alle quali poter aumentare la loro beatitudine fino all’incommensurabile.

E se da ciò, Io ne deduco che a questi esseri creati non mancava nulla, che furono tutti esternati come Mie Immagini, e che potevano essere attivi nel creare e plasmare così a lungo, …finché fossero stati irradiati dalla Mia Luce d’Amore, allora vi dev’essere anche chiaro che la loro attività ha subito una perdita, …laddove essi si opposero a quest’apporto di Forza d’Amore, e che per tale ragione persero la loro Luce, la loro conoscenza, così che il loro pensare si confuse e, quindi, …diventarono incapaci di creare, indurendosi in sé; nondimeno, erano ‘Forza’ una volta irradiata da Me, che Io …trasformai in Creazioni del genere più diverso.

Procedimento, questo, che vi è già stato descritto sovente, e che potete accettare come la più pura Verità, accettando anche senza pericolo che già solo il rifiuto della Mia Forza d’Amore, fu il peccato contro di Me, poiché a loro era stata accesa la Luce più chiara, nella quale erano consapevoli della portata della propria ribellione. Pertanto, Io illuminerò ogni rappresentazione errata, riguardante il modo in cui, sia il portatore di Luce come anche gli esseri caduti, siano stati obbligati o indotti a questa caduta! Gli esseri erano tutti attivi nella Mia Volontà, fino al momento del rifiuto della Corrente della Mia Forza d’Amore; poi, però, ebbe luogo …l’indurimento della sostanza spirituale, e la Mia Forza, che una volta Io avevo irradiato come Essere, doveva diventare ulteriormente attiva, e ciò avvenne tramite la dissoluzione della sostanza in particelle piccole e minuscole e, da queste, così, sorse la Creazione. Solo allora, l’essenziale dovette combattere contro ogni sorta di resistenze, per vincerle, e svilupparsi di nuovo ancora verso l’Alto.

L’attività degli esseri che non erano caduti, consisteva nell’utilizzo della Forza …che fluiva da Me a loro; essi erano nello stato di Luce più chiara – quindi di conoscenza – e perciò, non diversamente da com’era nella Mia volontà, tale Forza era sfruttata dall’essere. Dunque, finché l’essere Mi rimase fedele, agì e creò nella Mia Volontà. Ma non appena si allontanò da Me, perse la Forza per creare e formare, s’indurì e rimase inattivo, …e ciò ebbe per conseguenza il sorgere delle Creazioni.

Io sapevo bene fin dall’eternità della caduta di Lucifero e degli esseri, e non la ostacolai per via della sua libera volontà, nondimeno, non ne fui coinvolto, perché avevo assegnato al portatore di Luce – a Lucifero – quello stesso Potere che nemmeno gli diminuii;egli, infatti, poteva fare e, …disfare tutto da sé, e così gli fu anche possibile indurre gli esseri ad allontanarsi da Me, per così dire, al fine di creare un secondo mondo, un mondo pieno di resistenza contro di Me, e tutto questo fu possibile solo quando egli – e poi anche il suo seguito – si chiuse alla Corrente della Mia Forza d’Amore. E così, il rigettare la Mia Forza d’Amore, fu il vero peccato, poiché essi lo rivolsero contro Me stesso, nella loro pienissima consapevolezza della caduta da Me.

Che la facoltà di pensare degli esseri si esprimesse nella volontà totalmente opposta a Me, che questa partorisse qualcosa di totalmente anti divino, non ebbe la sua origine in Me; fu il respingere la Mia Forza d’Amore, che ebbe per conseguenza quest’orientamento invertito della volontà, perché ciò significò l’oscuramento dello spirito, la cecità spirituale. Ora Lucifero, il quale poté trasmettere agli esseri tutti i cattivi pensieri – il cui autore era lui stesso – diventò il Mio polo opposto. Infatti, dal momento in cui essi disubbidirono coscientemente al Mio Amore, egli ebbe pieno potere su di loro, e li trattenne, finché Io feci sorgere la Creazione, al fine di strapparli al suo potere e avviare il processo di ritorno, facendo percorrere però a questi esseri una via di tormenti; finché poi – nello stadio della consapevolezza dell’io e della libera volontà – come uomo, avrebbero potuto respingere tutti i loro pensieri invertiti, mutando di nuovo la loro volontà e divinizzandosi totalmente.

Così, essi avrebbero deposto il satanico, tendendo al Divino nella libera volontà! Unicamente questo dimostra proprio che il male non può avere la sua origine in Me, altrimenti Io non potrei essere chiamato Divino, il che è da intendere, …solo il Bene, poiché Luce e tenebra non possono contemporaneamente stare insieme, né possono esserci …Amore e odio in Me; in breve, Io non posso avere in Me tutti i contrari! La libera volontà poteva certamente decidersi per Me o per il Mio avversario, il quale, non appena divenne tale, fu allora, …già ‘malvagio’, creando anche tutto ciò che poi si rivolse contro di Me (ossia, fu come l’aver creato un potere …da Me stesso, solo, che ebbe un inizio). Questo è il più grave inganno, che il Mio avversario impiega per indurvi a vedere in Me, anche l’origine di tutto il male!

Ed è per questo, che Io vi faccio notare ripetutamente, come l’effettivo peccato sia stato: il rigettare la Mia Forza d’Amore! Perché in tal modo, venne sugli esseri …lo stato della confusione, lo stato in cui essi respinsero ogni attività nella Mia Volontà, e perciò, da dissolti, furono relegati nelle Creazioni d’ogni genere. Infatti, è la Mia Legge dall’eternità, che la Forza da Me irradiata, …debba diventare attiva, …e che questa Forza debba di nuovo essere richiesta nella libera volontà, per permettere la ri-trasformazione in un essere perfetto.

Che questi pensieri immessi nello spirituale caduto abbiano la loro origine in Lucifero, e che contro di questi, si debba combattere nel tempo dell’incarnazione come uomo, è diventato un ‘Processo’ tramite il Mio Amore, che deve servire a produrre, da ‘creature’, autentici ‘figli’ di Dio. E dunque, Lucifero lavora involontariamente a questo processo di rimpatrio, cosa che Io ho ben previsto sin dall’eternità, sebbene Io stesso non lo abbia mai obbligato a essere il Mio polo opposto, poiché anche lui era un essere libero, …proceduto da Me in tutta la Perfezione.    Amen!

 

_____________

1Ur’ : primordiale, originario

*  *  *  *  *

 

 

Pagina precedente