B. D. nr. 8899

(24. 12. 1964)

 

La Parola deve essere offerta amorevolmente

La fine è proprio a una spanna di tempo!

(Risposta per Habermann, responsabile della stampa e diffusione delle Comunicazioni)

 

Che la diffusione della verità sia oltremodo importante, vi è già stato detto frequentemente, poiché dalla predisposizione degli uomini verso la verità dipende la loro vita dell’eternità, e quindi deve essere fatto di tutto per sottoporre loro la verità! Tuttavia Io conosco il cuore di ogni uomo! Io so chi è ricettivo, e conosco anche le vie per raggiungere tutti questi uomini che sono ancora ricettivi, i quali hanno un cuore volenteroso d’amare e quindi hanno anche la comprensione per la Parola che è loro offerta dall’alto.

Io lascio loro prendere conoscenza di questo, allacciando i fili più strani, e guido la Mia parola là dove è accolta con cuore grato. E anche là, anche se solo raramente, essa troverà nuovamente diffusione, poiché gli uomini del mondo non la richiedono, e sono solo pochi quelli che possono essere avvicinati.

Una cosa però non deve essere dimenticata: che la Mia parola dev’essere offerta amorevolmente, per diventare efficace, e deve essere ricevuta da un cuore amorevole! Perciò, …sia benedetto ogni lavoro che è eseguito sotto questo punto di vista, e voi ora comprenderete che Io amo ogni piccolo lavoro dove Io stesso posso parlare a ogni singolo cuore d’uomo. E ciò sarà percepito come il Mio discorso diretto; come anche benedirò ogni collaboratore che si adopera altruisticamente per la diffusione della Mia parola, poiché Io Mi preoccupo veramente per ognuno che sottostà a Me come Mio servo!

Io provvedo a lui come un buon padre di casa, in modo che possa trasmettere la Mia parola ad ognuno, precisamente come lui stesso l’ha ricevuta da Me: …come un Dono d’Amore! – Inoltre, la Mia parola non è una merce di commercio, quale può invece diventare quando se ne occupano degli uomini non illuminati che non sanno proteggere il suo valore, né possono averne la necessaria comprensione, …e ne fanno un articolo di massa, la cui cosa toglie significato a tutto. E allora tale Parola viene di nuovo guidata a coloro che non la degnano nemmeno come una Mia manifestazione.

La cerchia di quelli che da ciò possono ancora essere impressionati, è molto piccola, e sarà certamente afferrata da Me. Infatti, troverete continuamente delle singole anime che saranno anche del tutto convinte del Mio Amore e della Mia Grazia, ma voler rivolgere la parola alle masse, …è un inutile sforzo d’amore, perché gli uomini saranno catturati sempre di più dal mondo, …e preferiranno molto di più ascoltare la voce del mondo!

Ogni uomo il cui spirito è risvegliato, sa quanto sia difficile conquistare il suo prossimo, …affinché accolga la Parola dall’alto! Egli sa che il lavoro del nemico è così evidente, che molti non hanno nessun desiderio per un dono d’amore offerto dalla Mia mano. E dovrebbe già farvi riflettere, che la molta letteratura – seppur rivolta allo spirituale, ma non è scaturita da Me stesso – è diffusa solo per quell’uno, …a cui gli appartiene il risveglio spirituale, …laddove egli la possa riconoscere come ‘la Mia parola’; questo risveglio, però, …non si trova quasi più! Io stesso, tuttavia, conosco le anime alle quali posso procurare la Mia parola.

Quanta spanna di tempo è ancora a vostra disposizione per la vostra anima, è inutile saperlo, ma sareste inorriditi se conosceste quanto siete vicini alla fine! Perciò, …invito sempre gli operai della Mia vigna alla fervente attività! E ognuno deve fare ciò che è nelle sue forze, senza stancarsi, perché tutto ciò che era ed è ancora elargito agli uomini, lo seguirà una volta come un ricco tesoro nell’eternità, oppure darà a tutti, consolazione e forza, nei momenti della grande miseria spirituale che è ancora davanti a voi.

Io stesso, infatti, sarò con tutti coloro che Mi servono, e benedirò la loro attività, perché è oltremodo importante e deve essere rivolta a tutti quelli che sono ingarbugliati nell’errore e, di tutto cuore, …desiderano la Verità.    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente