B. D. nr. 9000

(22. 06. 1965)

 

L’intervento di Dio quale ultimo tentativo per stimolare alla fede

Un ulteriore avvenimento della natura poco prima della fine

La protezione dei servitori equipaggiati di grande forza

 

[nel tempo della fine …]

 

Tutto è incluso nel Piano della Creazione, e così, da ciò, si evidenzia che Io conosco anche la volontà di ogni essere umano, e questa Mi dà pure il motivo di formare il destino della sua vita in modo che non vi possa essere altro che un profitto per gli uomini, purché essi vi tendano. E dovete credetelo: che Io certamente conosco come si orienta la volontà del singolo, ma non posso nemmeno fare nulla per cambiarla, né rivolgerla a Me! Però, posso ancora far percorrere agli uomini molte vie, per raggiungere un cambiamento della volontà.

Io miro a questo cambiamento di volontà attraverso il Mio intervento, di cui cadranno vittime innumerevoli uomini, ai quali saranno ancora certamente aperte le Porte nel regno dell’aldilà, …laddove potranno ancora maturare. Tuttavia agli uomini che rimarranno in vita, sarà concessa ancora una grandissima Grazia per svolgere questo cambiamento di volontà ancora su questa Terra, ed essere poi salvati per l’eternità.

Continuamente Io indico a voi uomini quest’avvenimento, …ma non trovo nessuna fede! Sono solo pochissimi, quelli che si occupano seriamente di ciò che sta per arrivare; ciò nonostante anche costoro non potranno farsi nessuna idea della dimensione della catastrofe, perché supererà tutto ciò che sarà già accaduto su questa Terra, e anche il singolo uomo non potrà farsene alcun concetto, perché gli uomini saranno tagliati fuori da ogni comunicazione, e non esisterà più nessun contatto fra i luoghi e nemmeno fra i paesi che ne saranno colpiti. Ci saranno dei territori che sembreranno totalmente deserti, dove si troveranno solo pochissimi tratti, per continuare ora la vita. Chiunque non si atterrà a Me e non confiderà completamente in Me, sarà preso dal terrore, …e solo allora potrà determinarsi la volontà.

Chiunque potrà trovarMi ugualmente, …e sarà del tutto sicuramente guidato attraverso il caos; tuttavia, potrà altresì anche maledire l’Essere che ha lasciato accadere questo, e la maledizione colpirà lui stesso! E proprio perché Io conosco la volontà degli uomini nel tempo della fine, questo sarà il Mio ultimo tentativo, per risparmiare agli uomini la terribile sorte della nuova relegazione1. Eppure, …vi chiederete il motivo per cui Io lasci venire sugli uomini una tale distruzione, la quale tuttavia, …sarà superata solo dalla catastrofe finale2, perché in tutti voi non si troverà più nessuna fede in un Dio eterno, in un Creatore del Cielo e della Terra, …in Colui, che ha fatto sorgere anche voi stessi.

Ci saranno sempre meno uomini che possiederanno ancora la fede pur senza perderla, e questi, in tale fede non cederanno, oppure saranno richiamati già prima, affinché non debbano più sperimentare tali sofferenze. E voi non dovrete compiangere nessuno che sia già dipartito prima dalla vita, poiché per lui esisterà ancora la possibilità di maturare nell’aldilà, e quando quel giorno sarà giunto, allora non servirà a nulla, anche se dovesse fuggire, perché la Mia mano lo raggiungerebbe ovunque, e così, …Io terrò la Mia mano protettrice anche su ognuno che Mi appartiene. E sarò visibile accanto a loro, poiché saranno nella più grande afflizione e, in questa necessità, Io verrò in loro aiuto, …e allora si manifesterà quale facoltà abbia, la forza della fede, poiché chiunque cerca solo la Mia vicinanza, avrà pure una dimostrazione della Mia presenza, e la sua fede diventerà sempre più forte.

E il momento dell’avvenimento non si lascerà più attendere molto, quantunque mille anni siano davanti a Me come un giorno. Io però vi ho detto: …che voi lo vedrete! E questo significa che una gran parte di quelli che accettano la Mia parola, …essi stessi si troveranno in questa vicissitudine, che a tutti costoro Io porrò ancora grandi pretese quando sarà giunto il tempo dell’azione; e dovrete essere anche servi zelanti, finché piuttosto, Io non vi tolga prima, via dalla Terra, …fino a quando non avrete svolto questo compito.

Tutti voi che vi sentirete coinvolti, dovrete essere attivi per Me e per il Mio Regno, poiché, ve lo dico ripetutamente: “Non ho molti operai nella Mia vigna, e perciò proteggerò ognuno che si renda disponibile per Me!”. Da questo potete già dedurre che non passerà più molto tempo, prima di questa catastrofe, che per voi sarà inimmaginabile, tanto nella sua dimensione quanto nella sofferenza e afflizione di ciò che significherà per i sopravissuti. E perciò Io equipaggerò quegli uomini con grande forza, affinché Mi siano di sostegno in tale tempo della tribolazione3.

Ed Io, anche a voi che per la legge della natura sarete colpiti da grande debolezza, darò la forza, perché ho bisogno di voi in questo tempo3, e impiegherò tutti i mezzi immaginabili solo per aumentare il numero dei Miei, per dare loro una salda fede e così agire ancora su quelli che sono senza fede in un Dio e Creatore, Colui, che ha tutto il potere su Cielo e Terra, ...e quindi può anche prolungare la vita di quelli che vogliono aiutare nella fede.

E ricordatevi che è giunta la fine di un periodo di redenzione, cosicché questo tempo dovrà essere utilizzato solo in modo eccezionale, e che per questo, Io impiegherò anche dei mezzi insoliti per accendere solo una scintillina di fede nell’uomo, prima che egli debba perdere la sua vita. Infatti, se lui avrà in sé solo questa piccola scintilla, allora gli sarà assicurata anche la risalita nel regno spirituale. Invece, l’allontanarsi dalla Terra, del tutto senza fede, è senza speranza, e terminerà con la nuova relegazione, perché l’aldilà chiuderà le Porte dal momento della scomposizione della vecchia Terra.

Pertanto, alla fine, Io farò ancora di tutto per spingere gli uomini a un cambiamento della volontà, e giacché la Mia sommessa espressione4 non sarà ascoltata da loro, Io parlerò più forte, così forte, …che dovranno sentire questa Voce4! Se però essi, riconosceranno in ciò, Me stesso, starà a loro pur sempre altrettanto liberamente, e sigillerà la loro sorte futura! A voi che Mi servite, però, a voi sia assicurata la Mia protezione, e la benedizione nelle avversità spirituali e terrene, …poiché Io ho bisogno di voi, e seppur andate incontro ugualmente a tempi dolorosi, sarete tuttavia ben sotto la Mia custodia, …e non avrete nulla da temere!    Amen!

 

_____________________

1nuova relegazione’ : cioè il dissolvimento dell’anima degli uomini non credenti in Dio, e giudicati nell’ultimo giorno prima della fine, nella nuova materia terrestre. [vedi il fascicolo n. 44 – “La nuova relegazione”]

2catastrofe finale’ : il Giudizio finale, anch’esso attraverso delle forze della natura molto più incisive, a differenza di questo, tema di questo fascicolo, indicato come ‘il penultimo giudizio’.

3tempo della tribolazione’ - ‘questo tempo’ : è la fase finale del tempo che va dall’evento apocalittico alla fine vera e propria, indicato in Apocalisse 8,1 come quello seguente l’apertura del settimo sigillo, chiamato anche ‘il tempo della fine’, oppure ‘tempo della miseria’, ma anche ‘tempo di Grazia’, che avrà breve durata, ma che sarà oggetto della lotta di fede più cruenta, affinché i fedeli si difendano dai non credenti e testimonino loro la fede. [vedi il fascicolo n. 38 – “La lotta di fede”]

4la Mia sommessa espressione’ – ‘questa Voce’ : sono termini per indicare l’avvenimento-tema di questo fascicolo (il n. 138).

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente