Prefazione

al fascicolo/estratto n. 35

“Il male”

a cura di Wolfang Kühner

 

Più di dieci anni fa era già stato pubblicato un libretto con il titolo “L’origine del male” dal nostro fratello Georg Vogt, nel frattempo defunto; ma poiché questo libretto era già esaurito da molto tempo, altri operai della Vigna più anziani hanno sempre manifestato la richiesta di ristamparlo ancora una volta, vedendolo particolarmente adeguato per contribuire al chiarimento di questioni molto importanti.

In effetti, è molto importante per i ricercatori della Verità sapere da dove provenga il male. Dato però che la risposta, in molti amici di Lorber, tocca un punto vulnerabile, allora, frenato dall’interiore, ho ritardato la pubblicazione di questo libretto. Il motivo sta nella supposizione che, in seguito alla scoperta di un errore di Jakob Lorber, in molti lettori della Nuova Rivelazione possano sorgere dei dubbi su dove si trovi ora la Verità. Tuttavia, il decidersi per la Verità o per l’errore non può mancare, e soprattutto: solo la Verità conduce alla beatitudine! Perciò Gesù ci invita anche continuamente a cercare e diffondere la Verità.

Negli scritti di Jakob Lorber fu rappresentato il male come se esistesse in Dio stesso. Qui veniamo a sapere che si è insinuato un errore, determinato dal libero arbitrio, che Satana sa sempre sfruttare.

 

(Vedere su questo i seguenti estratti dal “Il Grande Vangelo di Giovanni”)1

[ Vol. 2, Cap. 228, 4-13 e Cap. 229 !!!] - (di Jakob Lorber) 1

 

[ Vol. 4, cap. 158, 5-7 /  vol. 4 cap. 104, 2-8  / vol. 6, cap.  165, 6-9 ] - (di Jakob Lorber)

[ vol. 5, cap. 228 / 229 / 230 / 231 / 232 / 233 ]  -  (di Jakob Lorber)

[ Vol. 11, cap.17, 13-16 ] - (di Leopold Engel)

 

 

Pur se Lorber aveva già ricevuto tracce di verità sull’origine del male, [“Il Governo della famiglia di Dio” vol. III, cap. 339], il nostro Padre, Gesù, ha ritenuto necessario indicarcelo in modo più approfondito attraverso B. Dudde, ne citiamo pure un altro mistico, G. Mayerhofer, che nei “Segreti della Creazione” a pag. 912, era stato abbastanza chiaro: e ora, di nuovo attraverso Bertha Dudde, le Sue parole rimarcano ampiamente la Comunicazione precedente.

Che adesso, con questo libretto/estratto non si voglia denigrare Jakob Lorber su tale tema, ogni lettore lo dovrebbe notare, e quindi accettare ciò che il nostro Padre Gesù con le seguenti Comunicazioni vuole, riguardo la correzione dell’errore che si è determinato tramite la libera volontà dello scrivano. È auspicabile che molti lettori riconoscano tale errore di J. Lorber, e accettino la Verità, continuando a consideralo ugualmente come il più grande Scrivano di Dio. Noi, con tale pubblicazione, ce l’auguriamo.

 

- - - - - - -

 

1(nota degli Amici della Nuova Rivelazione): Nonostante il commento di Wolfang riferito a Jakob Lorber fosse abbastanza comprensibile, l’aver voluto citare in questa sua prefazione insieme al punto indicato dal Signore a Bertha Dudde, tutti i punti nella Nuova Rivelazione di Lorber e in Engel che trattavano dello stesso tema, fu un errore assolutamente non voluto, poi successivamente travisato da chi, trascinato dal suo stesso  inconscio fariseismo, anziché approfondire, censura aprioristicamente, e quindi cade nella sua stessa rete di ottusità, senza capire che il maligno giammai avrebbe potuto trasfondere la sua volontà o il suo influsso in tutti i punti citati. E infatti, non è assolutamente così! Nei dettati raccolti nel fascicolo n. 35 non viene assolutamente rivelato nulla di simile. Già una semplice analisi dei testi citati da Wolfang, ad una pur superficiale lettura, evidenzia una tale impossibilità! Perciò, è solo nell’impropria presentazione cumulativa delle citazioni, che ha portato all’errore malcompreso di questo semplice commento di Wolfang, ed è assolutamente improprio addebitare l’idea che Lorber – e addirittura Engel – sarebbero stati ammaliati dall’avversario. Solo chi superficialmente non comprende questo semplice concetto del male, così ben approfondito nella sua esplicazione attraverso Bertha Dudde, e si schiera contrario a tutto l’enorme mugolo di dettati rivelati a questa mistica, gli si può addebitare la causa dell’antagonismo dei lorberiani nel mondo verso B. Dudde. Così come noi lo spieghiamo ampiamente nel nostro commento, solo la prima citazione è da prendere in considerazione (GEG vol. 2, cap. 228-229).

 

2Segreti della Creazione’ cap. 22 - La creazione del mondo materiale e spirituale

 

Pagina precedente