B. D. nr. 2388 b

(29. 06. 1942)

 

L’intervento di Dio tramite l’avvenimento ripetuto tre volte

Nell’ultimo tempo resteranno i fedeli contro le forze dell’oscurità

 

[segue dal n. 2388a]

 

Solo pochi uomini trarranno profitto per le loro anime da questo avvenimento, il quale si ripeterà tre volte a breve intervallo. Deruberà gli uomini della capacità di pensare, perché sarà così violento, che ogni riflessione svanirà, e tutto precipiterà in un terribile disordine. Solo i Suoi figli saranno protetti palesemente dal Signore, giacché ne avranno bisogno per operare successivamente per Lui. A chi in precedenza Lo pregherà pieno di fiducia per aver forza e rafforzamento, Egli farà pervenire anche forza e irrobustimento, se ne avranno bisogno; e se anche sembrerà, …che tutto sia perduto, Egli guiderà tutto l’avvenimento perché sa il perché fa venire un tale disastro sugli uomini, e lo terminerà altresì, quando sarà giunto il tempo.

Nel tempo seguente, deve dimostrarsi la forza della fede, poiché per chi è credente, questo evento significa una conferma della Parola divina, e con assoluta sicurezza e convinzione sosterranno poi la fede, e saranno invincibili! Meno possesso terreno aggrava gli uomini, più saranno ricettivi per la Parola divina, e perciò Dio distrugge ciò che per loro è d’ostacolo sulla via verso l’alto. In seguito ci sarà un’inimmaginabile afflizione fra gli uomini, e tuttavia loro potrebbero diminuirla tramite la loro volontà, aiutandosi a vicenda, e Dio benedirà ogni amore fattivo dato ai più vicini, e aiuterà gli uomini a sopportare le avversità terrene.

Nondimeno, ciò che Dio toglie, lo può anche di nuovo restituire, se l’uomo ne ha bisogno, ma il suo cuore se ne deve staccare, non deve guardare il possesso terreno come la cosa più importante sulla Terra, bensì riconoscere che questo è nulla, è effimero; invece, l’unione con Dio è l’unico mezzo donante forza e conforto, per riuscire a sopportare la sofferenza più grave. Questo avvenimento è deciso dall’eternità, dato che deve essere l’ultima possibilità di salvezza per innumerevoli uomini che la percorrono su vie sbagliate, che vivono soltanto per il materiale, e perciò devono essere scossi, al fine di farli riflettere seriamente sullo scopo e sulla meta della vita terrena.

Tuttavia, solo una minima parte trarrà vantaggio da questo, mentre gli altri si creeranno con impegno rafforzato le vecchie condizioni di vita, e per loro sarà giusto qualunque mezzo pur di conquistarsi di nuovo del possesso terreno, e questo sarà il tempo in cui a questo iniziare, dovrà essere contrapposta la Parola di Dio, durante il quale gli uomini si divideranno tra alcuni che daranno tutto, solo per poter rimanere fedeli a Dio, e il resto che rigetterà tutto ciò che è spirituale, desiderando invece il mondo con il suo possesso con il più grande desiderio, e ora, …le forze della luce combatteranno palesemente contro le potenze dell’oscurità.    Amen!

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente