B. D. nr. 2836

(4. 08. 1943)

 

Un ultimo mezzo d’educazione con un’opera distruttiva, per aiutare a non essere relegati

 

[continua dal n. 2835]

[…] E voi dovrete congiungervi alla Volontà del Creatore, poiché, avendo abusato della vostra libera volontà, questa vi sarà tolta di nuovo, e dovrete nuovamente passare attraverso un percorso di sviluppo in uno stato di costrizione tormentoso per voi, dove non potrete più decidere di voi stessi, bensì, in cui varrà solo la Volontà divina. Dio conosce tutti questi tormenti e il nuovo percorso di sviluppo per lo spirituale incarnato ora nell’uomo, e il Suo Amore e la Sua Misericordia cercheranno possibilmente di distogliere questo dai Suoi figli terreni. Egli inoltre vorrebbe aiutarli affinché nella vecchia vita terrena essi pieghino pure la loro volontà, sottomettendosi alla Volontà del Creatore, così che non appartengano a coloro che alla fine di questo periodo di redenzione non possano sussistere dinanzi a Lui, e quindi debbano nuovamente essere relegati in una forma solida. Ed Egli, perciò, impiegherà dapprima ancora ogni mezzo per cambiare la loro volontà.

E perciò voi uomini dovete considerare tutti gli avvenimenti che vi riguardano, per quanto siano dolorosi, come un ultimo mezzo d’educazione che Dio vuole tentare su di voi per la vostra salvezza. Chi rimane rigido nella sua volontà, …quindi non si piega sotto la Volontà divina, cioè, che vive solo nell’amor proprio e lascia inosservato l’amore per il prossimo e di conseguenza non adempie la Volontà di Dio, avrà da aspettarsi poco successo dalla sua vita terrena; neanche gli ultimi mezzi d’educazione lo cambieranno più, e il tempo della fine, con la sofferenza più grave, …non piegherà la sua volontà renitente a Dio! Egli è perduto per l’eternità, e la sua sorte sarà un nuovo percorso terreno in uno stato di relegazione.

Pertanto, dapprima sulla Terra passerà ancora un’indicibile sofferenza, causata dalla stessa volontà umana, perché Satana confonde il pensare degli uomini, …e lo spinge a crudeli opere di distruzione! D’altra parte, però, anche attraverso la stessa Volontà di Dio, il Quale ha pianificato pure un’opera di distruzione1 sin dall’eternità, per liberare ancora innumerevoli esseri legati, e in tal modo far giungere agli uomini sulla Terra una tale angoscia, …che essi dovranno rivolgersi a Lui per cercare l’aiuto. E ciò che allora verrà sulla Terra, …consideratelo come l’ultima risorsa per conquistare delle anime a Dio! Credetelo: questo sarà un Segno del grande Amore e Compassione di Dio, e cercate di rendervi degni di quest’Amore, entrando in voi e sforzandovi seriamente di cambiare, poiché, c’è solo ancora un breve tempo, …fino alla definitiva distruzione di tutto ciò che vive ora sulla Terra!  […]

 

 [prosegue al n. 2837]

_______________________

1un’opera di distruzione’ : trattasi dell’avvenimento catastrofico profetizzato, il quale concluderà gli ultimi tempi, e dopo del quale inizierà il tempo della fine in cui si svolgerà ‘la lotta di fede’. [vedi il fascicolo n. 109 – “L’avvenimento”]

 

*  *  *  *  *

Pagina precedente