B. D. nr. 6870

(12. 07. 1957)

 

L’umanità non crede agli ammonimenti del Signore e alle profezie sulla fine

La fine non sarebbe temuta se l’umanità lavorasse sulla propria anima

 

[nel tempo della fine …]

 

Il periodo di redenzione non è ancora concluso, …e ancora una breve spanna di tempo su questa Terra vi separa dall’ultima opera di distruzione, e potreste ancora diventare tutti felici, se solo voleste in questo breve tempo, conoscere e riconoscere Me stesso in Gesù Cristo! Tuttavia, dipenderà dallo stato spirituale in cui vi sorprenderà la fine di questa Terra, oppure, …anche la fine della vostra vita terrena, poiché sarà un’improvvisa, un’inaspettata fine che vi cadrà addosso, e nessun uomo dovrebbe essere impreparato; ciascuno lo sentirà abbastanza spesso quel che è imminente per tutti voi, pur se non vorrà crederlo!

Questo, a ciascuno risuonerà continuamente negli orecchi, nonostante tutti gli avvenimenti mondani venienti siano già indicazioni e segni di una vicina fine. E altresì, tutti gli uomini sentiranno anche risuonare la Mia voce dall’alto1, poiché a nessuno resterà nascosto quest’avvenimento, e potrà essere per tutti, ancora, un ultimo avvertimento. Anche improvvisamente potrà arrivare la fine per loro stessi, come per quelli che cadranno vittime dell’avvenimento della natura. Ci sarà ancora un breve tempo, …ma questo passerà rapidamente; poi, però, la fine e il Giudizio, in cui si deciderà il destino d’ogni singola anima, saranno irrevocabili!

Se voi voleste ancora una volta avvicinarvi a questo pensiero, che siete voi stessi a crearvi la sorte nel futuro! E se per questo voleste pure credere a Me, cosicché possiate raggiungere ancora con facilità la vostra meta! Se solo approfittaste ancora del breve tempo, …affidandovi a Me e chiedendo la Mia Guida! – Ma voi non ascoltate i Miei avvertimenti e gli ammonimenti, rimanete indifferenti, e lasciate venire vicino a voi la calamità senza proteggervene, …oppure evitarla; infatti, …voi non credete! Non credete alle Mie parole ed Io non posso darvi diversamente conoscenza di ciò che sta per arrivare, se non attraverso la Mia parola, perché dovete trovare la via verso di Me nella libera volontà, e pertanto, …non vi si possono dare più chiaramente delle dimostrazioni! E la ruota del tempo, …continuerà a girare incessantemente!

*

Io chiamo innumerevoli uomini ancora lontani, e anche questo dovrebbe risvegliarli dal loro pigro vivacchiare, che somiglia a un sonno dal quale un giorno si sveglieranno all’improvviso, spaventati; poi, però, non troveranno più il tempo per prepararsi ancora alla fine. I dormienti non vogliono rinunciare al loro riposo, e sonnecchiano lentamente verso il sonno della morte, perché le loro anime hanno ormai da aspettarsi solo la morte, non avendo essi apprezzato la vita, per conquistarsene una eterna.

Sempre più, gli uomini si allontanano da Me, al Quale dovranno tuttavia tendere, e si ricordano ancor meno del loro divin Redentore! La Sua Opera di redenzione è completamente dimenticata, e perciò il Mio avversario ha autorità sugli uomini, e può essere spezzato solo da quell’Uno nel Quale Io stesso Mi sono incarnato, …per via dell’umanità peccaminosa! Però, senza di Lui, per gli uomini, anche la fine sarà terribile, giacché essi saranno irrimediabilmente esposti al loro destino, non potendo trovare nessuna redenzione, perché rifiutano Lo stesso Redentore, e … non prendono la via verso di Me, il Quale soltanto può aiutarli!

Continuamente Io Mi avvicinerò agli uomini in Gesù Cristo; continuamente gli uomini arriveranno a sentire il Suo Vangelo. Continuamente saranno invitati a professarsi per Gesù Cristo e ad accogliere la Sua Dottrina d’Amore; e continuamente sarà menzionata la vicina fine! Tuttavia sarà lasciato a loro stessi di professarsi per Lui e accettare le Sue Grazie, ma senza Gesù Cristo non potranno sopravvivere a questa fine; non potranno nemmeno essere accolti nel Regno della Luce, se saranno richiamati prima dalla Terra, …senza di Lui! Ciò nonostante, quando l’irrevocabile fine arriverà, non ci sarà bisogno di temerla, e non sarebbe necessario che fosse temuta né che fosse terribile, se la fede nella Mia parola inducesse gli uomini a un fervente lavoro sull’anima, perché allora, l’uomo stabilirebbe anche il legame con Me, in Gesù Cristo, e sarebbe equipaggiato con le Grazie dell’opera redentrice, il che sicuramente gli frutterebbe anche la maturità, così che egli non avesse da temere né la fine, …né il Giudizio.    Amen!

 

_______________

1voce dall’Alto’: è un eufemismo per indicare ancora una volta l’esortare di Dio attraverso degli avvenimenti della natura sempre più pressanti, fino all’ultimo terribile pre-annunciatore della fine ultima. Poi il Giudizio.

*  *  *  *  *

 

Pagina precedente